.
Annunci online

LEONCA36

FANATISMO E ODIO

diario 16/2/2011

A Milaneno, dicono della loro nebbia:

c'è una nebbia della madonna che si taglia con un coltello.

Oggi, non solo a Milano, c'è tanto fanatismo e odio in giro,

che  si può affettare con lo stesso coltello.

 

Giorni fa, manifestazione della Santanchè fuori il tribunale di Milano,

 ho visto una attempata massaia con un cartello con scritte odiose,

 continuava come una forsennata a inveire contro Ilda Bocassini,

arrivando a dire: se l'avessi per le mani gli caverei gli occhi.

 

Se questo non è odio allo stato puro, cos'è?

Quella donna, a ragion di logica, inveiva contro se stessa,

perché la Bocassini difendeva lei,  giusto o sbagliato, dall' abbuso

di un potente verso i cittadini. Talmente è il fanatismo,

che non si pongono nessun dubbio, e se la Bocassini avesse ragione?

 

Il progetto del Cavaliere è ben riuscito, in quel campo,

la sua  ascesa non fu quella di fare una squadra di calcio,

quella già l'aveva, era per fare la sua partita politica,

non mise una squadra di atleti da contrapporre all'avversario,

in quel campo lui semino larve d'odio, larve che poi diventarono vermi.

E' stato capace di attrarre su di se l'attenzione dei cittadini come tifosi,

Maradona è stato il fuoriclasse per l'eccellenza, nonostante fosse pieno di
vizzi,

dopo averlo visto giocare, i tifosi gli perdonavano tutto, era la sua
forza.

 

Lui, il Cavaliere, sa che ora è in declino, sa che per i troppi vizzi

non c'è la fa più a giocare, sa che sta perdendo  molti tifosi.

Ora cerca di risvegliare ancor di più l'odio nei suoi sostenitori.

 

Quel sentimento se insinuato nella testa di molti nostri concittadini,

lo si legge negli occhi dei guastatori che il cavaliere manda avanti,

nei TG e nei talk show, la maggior parte sono donne, le più agguerrite,

le più invasate. Dopo i guastatori arriveranno le truppe d'assalto,

lo vedremo tutti i giorni, dagli schermi televisivi, sputar veleno contro

tutti,avversari politici, magistratura, il Quirinale, i giornalisti, e con lui,

la truppa d'assalto, i marines, Ferrara, Sallustri, Belpietro, Bonaiuti,
ecc...ecc...

Non sarà facile intendere ragione a chi sa di aver torto e non lo
accetta.

Come tutti i dittatori populisti, per defenestrarlo ci vorrà la forza,

lui questo lo sa ed è per questo che infiamma le piazze, vuole lo scontro
finale.

Il suo motto è: Muoia Sansone con tutti i filistei! San Giorgio Napolitano
aiutaci tu!!


 

  


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. costume e politica

permalink | inviato da leonca36 il 16/2/2011 alle 18:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Blog letto1 volte

Categorie
tags
costume e politica c'è chi lo chiama amico difesa di un fallimento
Link